Arreda La Tua Casa Con il Bonus Mobili

Se state ristrutturando la vostra abitazione e scegliete Zorzi Arredamenti per farlo, potete approfittare del Bonus Mobili e dell’Ecobonus per la riqualificazione energetica dell’immobile! Fino al 31 dicembre 2018 puoi avere accesso a detrazioni fiscali per le spese sostenute per le ristrutturazioni edilizie e per l’acquisto di mobili, tende da sole, zanzariere e grandi elettrodomestici.

Come posso accedere al Bonus Mobili?
Può usufruirne chiunque abbia una pratica di ristrutturazione aperta dopo il 1 gennaio 2017 su singole unità immobiliari e/o su parti comuni di condomini e dà diritto ad un rimborso del 50% della spesa sostenuta per l’acquisto di mobili per tutte le stanze ed elettrodomestici. La spesa massima è fissata a € 10.000 (di cui verrebbero restituiti € 5.000 in 10 anni con rimborsi annuali).

Quali arredi si possono acquistare con il Bonus Mobili 2018?

  • Mobili nuovi come cucine, letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi e apparecchi di illuminazione;
  • elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+ (A per i forni), come frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, forni a microonde, piastre riscaldanti elettriche, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento.

Anche le spese di trasporto e di montaggio dei mobili e degli elettrodomestici acquistati saranno oggetto di detrazione fiscale.

Per usufruire del bonus per la ristrutturazione degli immobili viene ricordato di pagare con bonifico parlante oppure con carta di credito/debito e di procedere come segue:

  1. Il pagamento con bonifici bancari o postali deve essere innanzitutto “parlante” e deve essere effettuato dalla stessa persona che chiede la detrazione.

Bisogna poi indicare la causale del versamento (è quella attualmente utilizzata da banche e Poste Italiane per i bonifici relativi ai lavori di ristrutturazione); il codice fiscale del beneficiario della detrazione, il numero della partita Iva o il codice fiscale del soggetto a favore a favore del quale il bonifico è effettuato. Stesse modalità devono essere osservate per il pagamento delle spese di trasporto e di montaggio dei mobili.

  1. Pagamento mediante carte di credito o carte di debito: In questo caso, la data di pagamento è individuata nel giorno di utilizzo della carta da parte del titolare (indicata nella ricevuta di transazione) e non nel giorno di addebito sul conto corrente del titolare stesso.

Non è consentito effettuare il pagamento mediante assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento.

Bisogna conservare inoltre la documentazione attestante il pagamento (ricevuta del bonifico; ricevuta di avvenuta transazione per i pagamenti con carta di credito o di debito la documentazione di addebito sul conto corrente) le fatture di acquisto dei beni, riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquisiti. Come regola generale, chi chiede la detrazione deve essere la stessa persona che effettua tutti i bonifici e/o i pagamenti con carta di credito. La detrazione, infatti, spetta unicamente al soggetto che sostiene la spesa materialmente.

Cosa prevede l’Ecobonus 2018?
Chi desidera rinnovare le proprie tende da sole o sta progettando un nuovo spazio da vivere per il giardino o per il terrazzo, per tutto il 2017 potrà ancora fruire della detrazione fiscale al 65%, l’Ecobonus, per l’acquisto e posa in opera di schermature solari.

Ecobonus: come ottenerlo?
L’ecobonus si ottiene per l’acquisto e posa di schermature solari fino a un massimo della detrazione di € 60.000. La detrazione si articolerà in 10 anni a rate costanti. Per ottenere l’Ecobonus il consumatore deve chiedere al rivenditore una tenda o una schermatura solare che abbia il marchio CE secondo la normativa EN 13561 oppure EN 13659, che sia completa di libretto d’uso e manutenzione e di etichettatura CE. Per ottenere l’agevolazione fiscale occorre seguire una serie di fasi. Innanzitutto bisogna ottenere la documentazione necessaria.

Da Zorzi Arredamenti oltre al montaggio e alla produzione del tuo nuovo tendaggio, provvediamo a fornire tutta la documentazione necessaria per poter usufruire della detrazione del 65%, seguendovi con l’invio della pratica ENEA.

È il rivenditore che deve fornire al cliente la fattura in cui sono indicati:

I due bonus non sono cumulabili, dunque è necessario fin da subito che il contribuente, nel caso in cui i lavori rientrino in entrambe le agevolazioni, scelga fin dall’inizio quale dei due incentivi preferisce.
Oltre all’Iva agevolata al 4% per persone disabili, all’interno dello showroom puoi trovare materassi, reti ortopediche e poltrone relax con presidio medico, che possono essere detratti fiscalmente fino al 19%.

Per ulteriori informazioni, ti invitiamo a contattare i nostri esperti ZORZI ARREDAMENTI nel punto vendita di Camposampiero e Arsego! (link alla pg dei contatti)

 

Zorzi Arredamenti vi dà la possibilità di rateizzare -anche in piccole rate- i Vostri acquisti  con comodi finanziamenti a tassi vantaggiosi.